SJ Tini - шаблон joomla Скрипты

Dalle Società

Un podio femminile colorato di bianco e di rosso quello che si è visto domenica 30 luglio a San Quirino (Pn) in occasione della Granfondo dei Templari

Una giornata splendida, con sole e caldo ha fatto da sfondo, domenica 16 luglio, alla 21esima edizione della Granfondo Pinarello

Una fiumana di cicloamatori ha aperto le danze di primo mattino, con il tridente del Nettuno a dare il via ad una competizione che da tempo è fissa nel calendario di ogni atleta. Il primo a presentarsi sul traguardo del percorso mediofondo di 57 km e 2.000 metri dislivello, visibilmente affaticato dopo aver affrontato gli ultimi 17.5 km d’impennata sul Bondone (38 tornanti con media dell'8% di pendenza), è stato il fiorentino Davide Lombardi (1:57:56), abile a staccare Andrea Zamboni (1:58:45) sull’ultima salita, dopo che il trentino era stato in testa per lunghi tratti della gara.

Al femminile la favorita assoluta sul mediofondo era Serena Gazzini, atleta di casa che spesso e volentieri lascia solamente le briciole alle altre specialiste delle medie distanze. La trentina ha condotto in solitaria la propria prova dall’inizio alla fine, giungendo in solitaria al traguardo.

Decisamente appassionante la contesa granfondo, esaltata dalla diretta della televisione nazionale, con 141 km e 4000 metri di dislivello ad emozionare e a far salire l’appeal de “La Leggendaria Charly Gaul”, anche perché vi partecipava una miriade di appassionati di ciclismo, e tanti corridori che ogni domenica fanno il bello e cattivo tempo sulle strade d’Italia. Un drappello di atleti è rimasto compatto sino a 7 km dall’arrivo, con Stefano Cecchini sempre a condurre il gruppo, al quale gli altri corridori non hanno nemmeno lasciato il diritto di rifiatare un momento, nessuno ha voluto inserirsi e fare da traino per un po’, lasciando tutto nei piedi del corridore toscano. Il duello fra Enrico Zen e Stefano Cecchini si protrae ancora una volta sino alle ultime fasi della contesa pedalistica. Un duello che tuttavia non ha risvolti “epici”, poiché agli ultimi tornanti che conducono al traguardo Cecchini si stacca lasciando a Zen il compito di tenere a bada Mauro Facci per la lotta fra il secondo ed il terzo posto. Cecchini si conferma ‘killer’ e giunge in solitaria fra gli applausi alla finish line davanti ai vicentini Zen (4:31:16) e Facci (4:31:29), una prova egregia per il toscano che chiuderà in 4:29:27 con un media di oltre 30 km/h.

Emma Delbono (4:57:49) riprende invece un discorso interrotto dalla maternità, che le ha portato una bella bimba, la bresciana risale in sella e come al solito stravince: “L’anno scorso non ho partecipato alle gare perché ero incinta, qui ho vinto due anni fa ed ora nuovamente, la salita è sempre dura da affrontare”. Seconda e terza classificata rispettivamente Simona Parente (5:07:14) e Manuela Sonzogni (5:09:26).

Stephane Tempier del Team Bianchi Countervail si è classificato undicesimo nella terza prova di Coppa del Mondo XCO, disputata a Vallnord (Andorra), domenica 2 luglio.

Sono Federico Scotti e Debora Morri nel tracciato lungo di 136 chilometri e Davide D'Angelo e Lorena Zangheri nel corto di 90 chilometri i quattro vincitori della 14ª Granfondo Straducale

Pagina 1 di 8

Twitter

Un tocco di Italia a #LaVuelta 2017. I leader vestiranno maglie Santini @lavuelta @SANTINI_SMS #ciclismohttps://t.co/SxdYwyU0ax
Poco meno di 1 mese ad #EUROBIKE_SHOW. Segui la nostra pagina per rimanere sempre aggiornato #bicicletta #bicihttps://t.co/hC7eCus8ym

Currency

USD EUR

FACEBOOK POPUP

COOKIE

Cookie Policy

Questo sito utilizza cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per saperne di più, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo