Tutte le parti in legno sono rigorosamente costruite a mano e sono sottoposte a severi controlli di tolleranza. Il montaggio di ogni bicicletta è eseguito seguendo scrupolose fasi e la verniciatura finale un passaggio lento – paragonabile a quello delle barche - aspettando pazientemente l’asciugatura di ogni mano, prima di passare alla successiva.

Il legno rende, inoltre, la pedalata morbida e confortevole, grazie alle caratteristiche intrinseche del materiale, che interrompono le vibrazioni trasmesse dalla strada alle ruote. Per le costruzione dell CarrerBikes sono state provate tante essenze e poi scelte quelle più “stabili”: Rovere, Frassino, Wengé, Olmo, Ebiara, Iroko; i legni sono selezionati con cura, l'attenzione alla stagionatura è massima: la stabilità del materiale è indispensabile per rendere una CarrerBikes bella da vedere ed eccezionale da usare.

Ogni bici viene sottoposta, prima di essere messa in commercio, a particolari prove di resistenza ad urti, usura, variazioni climatiche, resistenza agli agenti corrosivi dell'uso quotidiano e test sul strada condotti da ciclisti professionisti.

La nuova bicicletta Iroko, che porta il nome del legno con cui è costruito il telaio, abbina l’artigianalità italiana e la componentistica di alto livello e, come gli altri quattro modelli della casa veneta, Bibione, Maranello, Milano e Valgrande, si acquista, con tempi di attesa di circa tre mesi, on-line, nel cantiere di produzione o nei punti vendita di prossima apertura.

La bicicletta monta gruppo Campagnolo Athena, sella Brooks e componenti FSA.

Pesa circa 12 chilogrammi e, per rispondere ancora di più alle richieste del mercato, è disponibile anche con motore elettrico.

Per maggiori informazioni o per ordinare la vostra CarrerBikes visitate il sito internet dell'azienda.

Giuseppe Battaglia

Ideatore, creatore e maggiore contributor del sito. Spesso le sue idee sono talmente confuse che riescono anche ad avere un senso...