Specialized lancia ANGi, il sensore che traccia il percorso, rileva l’urto e segnala l’emergenza

Specialized lancia ANGi, il sensore che traccia il percorso, rileva l’urto e segnala l’emergenza Specialized lancia ANGi, il sensore che traccia il percorso, rileva l’urto e segnala l’emergenza

Specialized lancia ANGi, la prima tecnologia applicata ad un casco che protegge il ciclista prima, durante e dopo un incidente.

Si tratta, nello specifico, di un piccolo sensore che, in caso di incidente, invia le coordinate GPS ai contatti selezionati in precedenza e li avvisa che la persona potrebbe essere in pericolo. ANGi contiene dei sensori che rilevano le forze lineari e rotazionali che tipicamente si registrano durante un incidente in bici, contiene inoltre un accelerometro ed un giroscopio. La funzionalità GPS viene invece fornita tramite il telefono a cui è collegato il sensore.

Se il sensore ANGi rileva un potenziale incidente durante la pedalata, si collegherà all'app Ride sullo smartphone, emetterà un allarme e inizierà un conto alla rovescia. Se state bene, basterà cancellare il conto alla rovescia e continuare a pedalare. Se viceversa siete infortunati e non in grado di annullare il conto alla rovescia, l'app Ride invierà un messaggio di testo ai vostri contatti di emergenza indicando che potreste essere stati coinvolti in un incidente.

Tutti i nuovi caschi Specialized 2019 sono predisposti per ANGi e sono dotati di un attacco appositamente progettato che rende semplice e veloce il collegamento di un sensore ANGi aftermarket. Alla fine della pedalata, l'app disattiva le funzioni ANGi ed è pronta per ricominciare.

Irene Mionetto

Bici, bici e ancora bici... Irene è una grande appassionata di biciclette e di tutte le curiosità che girano attorno al monde delle due ruote a pedali...