Buone notizie per i ciclisti londinesi: il sindaco Boris Johnson ha infatti dato il via libera alla costruzione in città della pista ciclabile più lunga d'Europa. Il progetto prevede due 'autostrade' per sole biciclette: le piste a due corsie, che saranno separate dal traffico motorizzato, attraverseranno la capitale da nord a sud (da King's Cross a Elephant and Castle) e da est a ovest (da Barking ad Action) e si incontreranno proprio nel centro della città.

Come se non fossero già abbastanza avanti in fatto di tecnologia e utilizzo delle due ruote, i Paesi Bassi arrivano per primi anche nella realizzazione della prima pista ciclabile solare al mondo. Il percorso, si estende per 262 metri (anche se sono già in fase di realizzazione 30 ulteriori metri), unisce due sobborghi di Amsterdam, Krommenie e Wormerveer, ed è utilizzato da una media di 2.000 pendolari al giorno.

Dopo aver lanciato l'idea di costruire piste ciclabili con pannelli solari per raccogliere energia pulita, i Paese Bassi continuano a incentivare l'uso della bicicletta con delle piste ad alta velocità per i pendolari che si spostano tra nella campagna olandese. Abbattere il traffico cittadino con una pista ciclabile. Solo in Olanda si poteva avere un'idea simile.