Alla Granfondo Stelvio Santini ben 1233 iscritti vengono dall'estero

Un'immagine della scorsa edizione - Ph. Matteo Cappè Un'immagine della scorsa edizione - Ph. Matteo Cappè

Sempre di più gli stranieri presenti alla Granfondo Stelvio Santini: ai blocchi di partenza, l’11 giugno, ci saranno ben 1233 iscritti provenienti da nazioni estere.

Un incremento di circa il 10% rispetto all’edizione 2016, crescita che rappresenta un segnale forte di quanto la manifestazione ciclistica valtellinese abbia un forte appeal a livello internazionale.

I partecipanti, che in totale saranno 2.600 in rappresentanza da 46 nazioni, affronteranno uno dei tracciati disegnati dall’organizzazione: tre percorsi che hanno in comune la partenza da Bormio e l’arrivo a quota 2.758 metri dello Passo dello Stelvio.

Il tracciato più lungo misura 151.3 chilometri con partenza alle 7.00 da Bormio, scalata a Teglio e successivamente del Mortirolo, rientro a Bormio e salita sullo Stelvio, per un totale di 4.058 metri di dislivello. Ben 1548 corridori hanno scelto di iscriversi sul percorso lungo, una quota del 60%, segno che raccogliere la sfida più dura resta una forte motivazione nel cuore di chi pratica questo sport.

Saranno oltre 730 coloro che preferiscono il percorso medio di 137.9 chilometri e oltre 3.000 metri di dislivello, che non prevede il Mortirolo; mentre quello breve di 60 chilometri è adatto a chi non ha ancora “la gamba” ma vuole mettersi alla prova sul tracciato Bormio – Sondalo, andata e ritorno, e salita allo Stelvio per un totale di 2.000 metri di dislivello.

A partire da questa edizione la Granfondo Stelvio Santini avrà diverse graduatorie finali: una prevede la rilevazione del tempo dalla partenza all’arrivo, con indicazione in ordine alfabetico dei concorrenti e del loro timing totale. Una seconda classifica, divisa per i tre percorsi, riguarda il tempo complessivo impiegato nelle cronoscalate: il tracciato lungo avrà la somma del tempo impiegato su Teglio, Mortirolo e Stelvio, il percorso medio la sommatoria di quanto impiegato su Teglio e Stelvio e il tracciato corto avrà soltanto, ça va sans dire, la cronoscalata dello Stelvio. Qui verranno premiati i primi tre classificati per categoria, e il vincitore indosserà l’esclusiva maglia a pois per categoria. Inoltre, verranno premiati tre uomini King of the Mountain e tre donne Queen of the Mountain che avranno fatto segnare il miglior tempo sulle tre singole salite: le maglie saranno sponsorizzate rispettivamente da CST per Teglio, Trek per Mortirolo e Santini per lo Stelvio. Ultimo, ma non per importanza, verranno premiate le prime tre squadre con il maggior numero di iscritti e quella con più atleti all’arrivo, a sottolineare lo spirito aggregante del ciclismo amatoriale.

Appuntamento quindi per l'11 giugno a Bormio.

Giuseppe Battaglia

Ideatore, creatore e maggiore contributor del sito. Spesso le sue idee sono talmente confuse che riescono anche ad avere un senso...