Granfondo “La Campionissimo”: l'anno del Mortirolo

La gigantesca frana del Ruinon, nel territorio comunale di Valfurva (Sondrio), che da circa 15 anni incombe sulla vallata, in questi giorni di forte maltempo si è risvegliata con uno scivolamento a valle di circa 60 centimetri in 24 ore. Così, la strada che conduce al passo Gavia, via di collegamento fra l’alta Valtellina e la provincia di Brescia, è rimasta chiusa per parecchi giorni e solo oggi il Prefetto della Provincia di Sondrio ne ha disposto la riapertura, escludendo però il passaggio di qualsiasi evento sportivo. A questo punto si rende impossibile la scalata al Passo Gavia in quanto sarebbe chiusa la strada di discesa verso Bormio.

Ecco quindi entrare in scena lo storico "percorso alternativo", che Vittorio Mevio, patron del Gs Alpi, la società organizzatrice, ogni anno fa autorizzare assieme al percorso ufficiale, nel malaugurato caso che il Passo Gavia fosse impercorribile per qualsiasi motivo (esempio nevicate notturne del sabato precedente la manifestazione). L'edizione 2016 sarà quindi ricordata per la doppia scalata al Mortirolo. Una variante comunque impegnativa, anche se meno affascinante, ma che saprà regalare ai partecipanti l'emozione di un percorso totalmente blindato. Tutto il personale previsto lungo il Passo Gavia, verrà infatti dirottato sulla variante.

Cambierà anche la sequenza della partenza. I primi a partire, alle 7.30, saranno i GRANFONDISTI, mentre alle 7.40 partiranno i MEDIOFONDISTI. Alle 7.50 sarà quindi la volta di chi ha scelto il percorso CORTO. Resta comunque invariato tutto il programma e i vari eventi collaterali, restando una bellissima festa di grande ciclismo.

Tutte le informazioni sulla granfondo “La Campionissimo” sono disponibili sul sito della manifestazione

Marco Nasi

Sportivo e appassionato di ciclismo. Non c'è evento, naturalmente legato al ciclismo, che non segua. Per lui lo "sport" è sinonimo di ciclismo, l'unico, quello più duro.


prodotti in offerta


sponsor tecnici