Prodotta da Sicleri, la maglia ripropone una grafica semplice, attuale e accattivante con i colori dello stemma di Torino, il giallo e l'azzurro appunto, derivante dalla bandiera dell'assedio del 1706 («drappo azzurro diviso da croce bianca in quattro quartieri, entro ciascuno dei quali dovevasi effigiare un toro “furioso” (rampante) giallo»). Immancabile l'effige della Mole, presente sulla schiena, ormai simbolo della città piemontese.

«Volevamo proporre un oggetto ricordo che fosse di sicuro impatto, ma anche utilizzabile nel tempo – spiega Vittorio Mevio, patron della manifestazione – Così abbiamo fatto confezionare a Sicleri questa maglia di qualità e graficamente accattivante. Abbiamo anche scelto di non imporre l'obbligo di indossarla, in quanto dovrà essere un vanto poterla mostrare»

Si ricorda che i dorsali disponibili, e di conseguenza le maglie, sono bloccati a 2000 unità. Per chi volesse, è possibile avere la salopette abbinata a soli 70 euro.

Le iscrizioni alla Granfondo Torino sono aperte a 50 euro fino al 27 agosto, per riaprire in loco con un aggravio di 10 euro.

Tutte le informazioni sulla Granfondo Internazionale Torino sono disponibili sul sito

Marco Nasi

Sportivo e appassionato di ciclismo. Non c'è evento, naturalmente legato al ciclismo, che non segua. Per lui lo "sport" è sinonimo di ciclismo, l'unico, quello più duro.


prodotti in offerta


sponsor tecnici