La partenza della Prosecco Cycling 2015 La partenza della Prosecco Cycling 2015

i qua partecipanti all’evento del 2 ottobre sfideranno il tempo sulla celebre salita di San Pietro di Feletto, dove sarà riproposta anche l’ormai classica fermata a base di Prosecco e scampi. Salite cronometrate anche in via dei Colli e a Collalto. E per i ciclisti trevigiani ci sarà pure la classifica “Kilometro 0”.

Prima la sfida al cronometro, poi la classica sosta a base di Prosecco e scampi. Il passaggio sul Muro di Ca’ del Poggio rappresenterà, anche quest’anno, uno dei momenti clou della Prosecco Cycling, evento che il 2 ottobre riproporrà il fascino di una domenica in bicicletta nel cuore delle colline del Prosecco.

Il Muro di Ca’ del Poggio è la salita simbolo della terra del Prosecco: 1.100 metri di pura emozione (con pendenza media del 13%) che s’inerpicano tra i vigneti. Un passaggio emozionante, che da sempre caratterizza la Prosecco Cycling, valorizzando al massimo il binomio tra il territorio e la bicicletta.

Posizionato poco dopo metà percorso (al chilometro 52 sui 95 che costituiscono l’intero tracciato), il Muro di Ca’ del Poggio sarà la prima delle tre salite cronometrate proposte dall’edizione 2016 della Prosecco Cycling. Seguiranno, l’ascesa di via dei Colli (650 metri, con pendenza media dell’11,4%) e la lunga, ma dolce, salita di Collalto (1.850 metri, con pendenza media del 6,8%).

Il cronometraggio a Ca’ del Poggio riguarderà un tratto di salita di 850 metri. Subito dopo, quasi in cima al Muro, i partecipanti alla Prosecco Cycling troveranno l’ormai tradizionale fermata a base di Prosecco e scampi. Un momento speciale che i ciclisti stranieri definiscono “Emotion sparkling wine”.

In aggiunta al cronometraggio in Real Time sull'intero percorso di gara (95 km, con 1700 metri di dislivello), con l’indicazione per ogni partecipante della posizione di categoria e assoluta, l'edizione 2016 della Prosecco Cycling proporrà una classifica redatta in ordine alfabetico che prenderà in considerazione la somma dei tempi realizzati da ciascun partecipante sulle tre salite cronometrate. Una classifica speciale, la “Kilometro 0”, riguarderà inoltre i ciclisti residenti in provincia di Treviso.

Saranno anche premiate le prime cinque squadre che classificheranno all'arrivo il maggior numero di partecipanti (minimo 10) nell’arco di 30” tra il primo e l’ultimo dei propri iscritti, e che completeranno l'intero percorso di gara entro il tempo massimo di 3h30'.

La prima squadra classificata riceverà in premio il trofeo quale vincitrice di Prosecco Cycling 2016 e una fornitura di 60 bottiglie di Prosecco. Le altre quattro squadre riceveranno, nell’ordine, 54, 48, 36 e 24 bottiglie. Un’analoga classificazione con relativa premiazione verrà effettuata per i gruppi con bici a pedalata assistita. Una gara nella gara.

La Prosecco Cycling si presenterà così, per la tredicesima edizione, con uno spirito innovatore che considera l'evoluzione del movimento nazionale ed internazionale e si conferma evento all'insegna di un agonismo di qualità, lontano da ogni tipo di esasperazione.

Andrea Lorusso

Praticare la cyclette, è come fare surf in una Jacuzzi. Questo il suo motto preferito. Appassionato di Granfondo e Randonnée.