Sardinia Divide, attraversare la Sardegna in mountain bike

Parte del gruppo si prepara a ripartire dopo la visita al nuraghe Ardasai di Seui Parte del gruppo si prepara a ripartire dopo la visita al nuraghe Ardasai di Seui
Alghero, città medievale fortificata, che si affaccia sul mare, sul lato nord, in un tratto di costa fra i più belli dell’Isola. Da qui, e più precisamente dall’incantevole spiaggia di Porto Ferro, partirà venerdì 7 aprile alle 9.30 la seconda edizione del Sardinia Divide, con destinazione Olbia sulla costa orientale, dalla parte opposta dell’Isola.

Una sequenza ininterrotta di pianure e montagne, valli e creste, gole e altipiani e finalmente l’altra spiaggia, questa volta sul Mar Tirreno, saranno gli scenari della traversata, che si snoda su sterrati, mulattiere e sentieri, antichi di secoli e ancora praticati da agricoltori e pastori, ma anche su tracciati ferroviari dismessi, sopraelevati rispetto al terreno o incassati in profonde trincee.

La lunghezza complessiva è di circa 210 chilometri, da percorrere in tre tappe giornaliere portando sulla bici il necessario per la giornata di viaggio e per dormire, ciò che oggi si chiama bikepacking. Doccia, cena, colazione e pranzo al sacco sono assicurati dalle strutture ricettive nelle quali si pernotta alla fine del primo e del secondo giorno.

Due le formule di partecipazione: in camping o in camera doppia con bagno. Per chi scegliesse la formula camping sarà necessario portare il sacco a pelo ma non la tenda, dato che le strutture ricettive selezionate assicurano comunque a tutti una sistemazione al coperto.

Grazie alla presenza della guida i partecipanti conosceranno meglio i territori attraversati e sono liberi dalle incombenze dell’orientamento e dello studio della logistica, ad esempio per i rifornimenti idrici lungo strada, per la prenotazione dei servizi nelle strutture ricettive e per il ritorno ad Alghero una volta terminato il tour.

Ai partecipanti che la desiderino sarà consegnata preventivamente la traccia GPS del percorso, in modo da poterla caricare sul proprio GPS e poter procedere per qualche tratto anche indipendentemente dal gruppo. A ogni partecipante che percorrerà l’intera traversata sarà consegnato l’attestato di finisher.

Per chi arriva dalla Penisola o dall’estero l’organizzazione si avvale dell’assistenza di un tour operator che propone le soluzioni di viaggio più adeguate a ciascun partecipante.

Ad Alghero, punto iniziale del tour, c’è l’aeroporto e la città dista circa 40 km dal porto di Porto Torres. A Olbia, punto finale del tour, c’è l’aeroporto e il porto ed entrambe le città hanno collegamenti ferroviari.

Il costo di partecipazione è più basso quanto prima ci si iscrive, con scadenze temporali alla fine di gennaio e di febbraio (chiusura iscrizioni il 31 marzo).

La precedente edizione del Sardinia Divide si è svolta a settembre 2016 con la partecipazione di bikers sardi e italiani e ha collegato Torregrande (Oristano) alla spiaggia di Cea, presso Barisardo.

Per maggiori informazioni ed info sui costi, collegatevi al sito www.sardiniadivide.com

Giuseppe Battaglia

Ideatore, creatore e maggiore contributor del sito. Spesso le sue idee sono talmente confuse che riescono anche ad avere un senso...


prodotti in offerta


sponsor tecnici