Internazionale lo è da sempre, ma quest’anno la Prosecco Cycling coinciderà con un evento che promette di accendere, ancora di più, i riflettori sul territorio

Prosecco Cycling è l’emozione di una domenica sotto la pioggia a pedalare tra le colline ricamate dai vigneti

A circa tre settimane dall’evento nel cuore delle colline del Prosecco gli iscritti hanno superato quota 1.400

Prosecco Cycling, inizia il conto alla rovescia. Sono ore di vigilia per il grande evento che domenica 2 ottobre porterà migliaia di appassionati a pedalare nel cuore delle colline del Prosecco. I numeri innanzitutto. In queste ore, la Prosecco Cycling ha superato i duemila iscritti e il flusso delle richieste di partecipazione (possibili sino alle 19 di sabato) non accenna a diminuire. Colpisce anche la provenienza dei ciclisti: al momento, sono ben 26 le nazioni rappresentate al via.

Da mezzo mondo per partecipare alla Prosecco Cycling. Non è una novità perché l’evento di Valdobbiadene da sempre si caratterizza per una spiccata vocazione internazionale. Quest’anno, però, il numero dei ciclisti stranieri attesi in Italia per pedalare, domenica 2 ottobre, nel cuore delle colline del Prosecco, sarà più elevato del solito.