Questa guida ha il compito di spiegare meglio i componenti stessi e le differenze fra i tre principali marchi: Shimano, Campagnolo e SRAM:

GUARNITURA

Nelle bici da strada ci sono quattro tipi di guarniture anteriori.

Il primo è lo standard classico, come quello usato dai piloti professionisti. Si compone di due corone, rispettivamente da 53 e 39 denti.

Il secondo e più comune tipo è la cosiddetta "guarnitura compatta". Questa utilizza una corona interna più piccola della classica (34 denti) per consentire anche ai meno allenati di affrontare tla maggior parte dei percorsi con minor sforzo. In questo caso la corona maggiore è dotata di 50 denti.

Il terzo sta a a metà strada fra la classica e la compact. E' denominata guarnitura Pro-Compact o Semi-Compact e utilizza una combinazione di corone a 52 e 36 denti.

L'ultimo tipo, caduto un pò in disgrazia dopo l'introduzione della guarnitura compatta, è la guarnitura da strada tripla. Questo tipo combina solitamente una corona esterna da 50 denti, una centrale da 39 denti, e una interna da 30 denti. Le triple stradali offrono la marcia inferiore più leggera, ma oggi sono utilizzate solamente su bici da strada entry-level o su modelli dedicati al cicloturismo.

La guarnitura gira attorno ai cuscinetti del movimento centrale che sono ospitati all'interno del telaio della bicicletta. Parleremo in seguito dei differenti tipi di movimento centrale.


CASSETTA

Le cassette sono disponibili in una vasta gamma di formati. I Piloti professionisti favoriscono una cassetta posteriore con il minor numero di salti tra ingranaggi, perché rende più facile mantenere una cadenza di pedalata costante. Questi rapporti sono solitamente l'11-25, o l'11-23, con un salto di due denti tra i pignoni.

La maggior parte delle persone preferisce una cassetta con un range maggiore di salti fra pignoni, per poter affrontare le salite più agevolmente. La configurazione più comunemente usata sulle bici di serie è la 11/12 a 27/28.

Recentemente, tutte le aziende hanno rilasciato cassette con i pignoni estremi più grandi per poter affrontare in modo ancora più agevole le grandi salite. SRAM arriva ad 11-32, Shimano offre un pignone 32 nei sistemi a 10 velocità e uno a 30 denti per l'11 velocità, mentre Campagnolo offre fino a 30 denti.

CATENA

La scelta della catena dipende esclusivamente da marca e modello del gruppo. Le catene più costose hanno spesso rivestimenti più resistenti alla corrosione e sono più scorrevoli rispetto ai modelli più economici.

Inoltre, alcune catene più costose sono realizzate con materiali o accorgimenti speciali per alleggerirle. La catena è un elemento soggetto a forte usura da sostituire mediamente, per stare tranquilli ed evitare danni o rotture, ogni  4/5000 km.

DERAGLIATORE

Il deragliatore è il componente che aziona il movimento della catena fra il le corone. Esistono tanti deragliatori quanti sono i modelli e i marchi dei gruppi cambio, ma in linea di massima il funzionamente è uguale per tutti: un cavo collegato alle leve che effettuano la trazione e permettono il movimento. Negli ultimi anni i cambi elettronici hanno fatto il loro ingresso all'interno delle bici pro e top performance. Con il cambio elettronico viene meno il cavo di collegamento fra i comandi e il deragliatore che invece viene azionato tramite impulsi elettrici.

COMANDI

Leve bdcDeragliatore anteriore e cambio posteriore, nelle bici da strada, vengono azionati usando le leve del cambio, integrate con i freni. Ogni azienda offre il proprio design e, per cambiare marcia, ognuno ha un suo modo di farlo.

Di gran lunga il più comune è il sistema Shimano STI (Shimano Total Integration) che equipaggia i modelli dal 105 in su. STI utilizza due levette poste esattamente dietro le leve freno. Spostare verso l'interno tutta la leva del freno di destra sposta la catena verso l'alto sulla cassetta (verso la marcia più leggera). Quando invece la levetta posteriore al freno viene spinta verso l'interno la catena viene spinta nella cassetta verso il basso (su una marcia più dura). STI è stato progettato per consentire di scalare più marce in una sola volta: più si spinge la leva del freno, più marce si scalano (fino a un massimo di tre).

La leva sinistra comanda il deragliatore anteriore. Lo spostamento della leva del freno verso l'interno sposta la catena sulla corona più grande, la levetta posteriore sposta invece il deragliatore dalla corona più grande alla più piccola. Modelli meno costosi utilizzano una configurazione leggermente diversa.

Il sistema di SRAM è chiamato Double Tap e prevede il funzionamento sia in salita che in discesa con un’unica leva e, addirittura con lo stesso movimento: se si spinge la leva destra fino a quando effettua il primo scatto, la catena scenderà, nella cassetta, sul pignone più piccolo, ma continuando a spingere la leva fino a sentire un secondo clic (double tap) farà spostare la catena, nella cassetta, su un ingranaggio più leggero. Il primo scatto della leva sinistra sposta la catena sulla corona più piccola, il secondo clic sulla corona più grande.

Il terzo ed ultimo sistema, almeno fra i più comuni, è l' Ergopower Campagnolo che utilizza una combinazione di levetta dietro la leva del freno e un piccolo pulsante sulla parte interna del comando stesso. La leva destra oscilla verso l'interno per far salire la catena, mentre, premendo il tasto si sposta la catena verso i pignoni più piccoli. La levetta sinistra solleva la catena sulla corona più grande, mentre il pulsante sinistro fa spostare la catena sulla corona più piccola. Nei gruppi top di campagnolo, spingendo la leva o il pulsante per più scatti sarà possibile cambiare più marce in una volta.

FRENI

Fino a poco tempo, i freni erano, sulle bici, degli oggetti semplici. Ultimamente, oltre al classico freno caliper, si sta affacciando sulla scena delle bici da strada anche il freno a disco. Questi possono essere di due tipi: meccanici (quindi azionati da una classica fune di acciaio) o idraulici. Rispetto alle mountain bike che hanno spesso a che fare con acqua o fango, nelle bici da strada l'esigenza di montare freni a disco sembra ancora lontana.

SCELTA DEL GRUPPO
Ciò detto, la scelta di un gruppo o di un marchio rispetto ad un altro dipende essenzialmente da quanto si è intenzionati a spendere, dal momento che ovviamente più si sale nella scala delle prestazioni, più si scende di peso e più è alto il costo da pagare.

Salva

Giuseppe Battaglia

Ideatore, creatore e maggiore contributor del sito. Spesso le sue idee sono talmente confuse che riescono anche ad avere un senso...


prodotti in offerta


sponsor tecnici