Neox: la prima e-bike interamente made in Italy

Una concezione che si è basata su 4 brevetti internazionali depositati, inerenti il cambio rotativo elettronico, il sistema di innesto, il sensore di coppia e la posizione di folle attivabile con codice Pin. Il pin, avete capito bene: in assenza del codice giusto, i pedali girano a vuoto, con buona pace di chi tenta di rubarla. Neox vanta anche un design innovativo che cela motorino, cambio e altri orpelli in un unico monobraccio, con uno stile elegante e “pulito”. Il risultato è una bici elettrica che non sembra una bici elettrica.

Inoltre, le due ruote sono smontabili in pochi secondi in modo da poterla caricare facilmente in aula e trasportarla. Il tutto senza neanche doversi sporcare le mani, visto che tutta la trasmissione è celata all’interno della struttura.

Tre i modelli prodotti: Crosser, Sporter, più “country”, e Urban, ideale per la città disponibili al costo rispettivamente di 4.900 euro, 4.500 euro e 4.000 euro.

VIA | UBERGIZMO