Aperte le iscrizioni per la Granfondo Alé La Merckx

Photo: Simone Avesani Photo: Simone Avesani

Si sono aperte lunedì 3 ottobre le iscrizioni all'undicesima edizione della Granfondo Alé La Merckx. Gara intitolata al "cannibale" Eddy Merckx, il ciclista più vittorioso di sempre. Dopo lo strepitoso successo della scorsa edizione, con oltre 2000 partecipanti, la versione 2017 si preannuncia un record di presenze.

Partenza fissata quest'anno per domenica 11 giugno sempre dal cuore di Verona, la meravigliosa Piazza Brà. Tanti i ciclisti, provenienti sia dall’Italia che dall’estero, che si sono sfidati in questi anni percorrendo le suggestive strade delle campagne veronesi.

I percorsi della Granfondo e della Mediofondo manterranno inalterata la bellezza e le caratteristiche dell'edizione 2016, con alcune novità in fase di definizione. Si partirà sempre dal cuore di Verona, accanto alla storica Arena, per poi proseguire verso le valli incantate della bassa Lessinia e far ritorno infine a Piazza Brà.

In dettaglio si tratta di circa 139 km con 2500 m di dislivello per la Granfondo, e 85 km con 1250 m di dislivello per la Mediofondo.

A proposito dell'iscrizione, l'organizzazione ha voluto confermare il prezzo iniziale di iscrizione di 35 euro, stesso costo dello scorso anno fino al 31 dicembre 2016! E' possibile prendere visione di tutti i dettagli visitando la sezione del regolamento presente all'interno del sito della manifestazione.

Durante le giornate della manifestazione sarà allestito un “villaggio del cycling” con numerosi stand di noti marchi tecnici legati al mondo della bicicletta, tra i quale potrete trovare la completa collezione di abbigliamento Alé e le biciclette firmate Cipollini.

Grosse novità riguardano la giornata di sabato, durante la quale sarà organizzata la pedalata non competitiva Romeo&Giulietta, aperta a chiunque voglia godere delle bellezze di Verona in bicicletta senza lo stress della gara. Mentre per i più piccoli, sempre sabato, sarà realizzata la MiniMerckx MTB.

Antonio Cois

Con pioggia, sole o tempesta, lui e la sua fedele "Gazzetta" corrono veloci per le vie del centro storico di Firenze. La passione per l'abbigliamento lo ha spinto ad avvicinarsi a noi.