Maglia Nera, Santini onora l'ultimo al Giro Maglia Nera, Santini onora l'ultimo al Giro
Ispirata alla leggendaria jersey che, dal 1946 al 1951 durante il Giro d’Italia veniva assegnata al corridore che terminava la gara per ultimo, Santini presenta la nuova collezione Maglia Nera.

La maglia nera veniva assegnata all’ultimo in classifica ed era un premio molto ambito. Le sfide tra Luigi Malabrocca e Sante Carollo sono entrate nella leggenda del ciclismo perché entrambi cercavano tutti gli escamotage per arrivare ultimi: si nascondevano nei bar, ristoranti, sotto i ponti, o danneggiavano la propria bici, bucando le gomme. Malabrocca è stato l'unico ad aver ottenuto il premio due volte consecutive, nel 1946 e nel 1947, ed è stato infatti soprannominato "l'ultimo classificato". La sua originalità e tenacia hanno ispirato il kit tecnico La Maglia Nera Malabrocca, un kit completato da accessori coordinati, da una t-shirt in cotone da indossare tutti i giorni e da due capi in lana Eroica Approved.

santini maglia nera 2

Sul fronte della maglia tecnica, sotto il logo Santini, è presente il profilo di un corridore che si volta a guardare indietro, per controllare di essere l’ultimo. Sempre sul fronte e sulla manica sinistra della maglia sono riportati i numeri che si riferiscono al tempo che Malabrocca ha impiegato a terminare il giro nel 1946, primo anno dell’assegnazione del premio: 69 ore, 41 minuti e 54 secondi. Sulla manica opposta è rappresentata la sua firma. Sul retro del colletto è presenta la frase “l’ultimo in fuga” mentre un pattern con la parola “nera” caratterizza il retro della maglia e le bretelle del calzoncino.

La linea Maglia Nera è completata da due capi in lana, che fanno parte anche della collezione Santini per L’Eroica e che sono infatti “Eroica approved” per essere indossati durante la storica manifestazione vintage di ciclismo. La maglia in lana a manica corta presenta polsini e colletto a coste, zip in metallo e tasche posteriori con bottoni ed è realizzata nei colori della linea Maglia Nera: nero e rosa. Un capo dallo stile vintage rifinito con la toppa “La Maglia Nera” sul petto e dedicato a chi vuole rivivere il ciclismo di una volta. Il maglione, anch’esso realizzato in lana, riporta alcuni dettagli dell’abbigliamento delle gare passate che donano uno stile vintage: la doppia tasca frontale chiusa con bottoni sul petto e il logo ricamato “la Maglia Nera”.

Andrea Lorusso

Praticare la cyclette, è come fare surf in una Jacuzzi. Questo il suo motto preferito. Appassionato di Granfondo e Randonnée.