Bologna-Napoli in bici per un parco giochi per bambini autistici

In questo modo chiederanno alle persone che li seguono in rete di aiutarli a raggiungere i 1.000 euro necessari per realizzare il loro progetto attraverso il crowdfounding. Sette tappe in tutto da fare in una settimana partendo da piazza Maggiore il 15 giugno per arrivare il 22 a piazza del Plebiscito a Napoli, dove ad attenderli ci saranno i ragazzi dell'associazione fiab cicloverdi, ciclisti urbani e cicloescursionisti, che hanno organizzato una biciclettata notturna in giro per la citta' partenopea.

L'idea di realizzare questo viaggio con lo scopo di raccogliere fondi e comprare giochi inclusivi e' venuta ad Annamaria, 46enne di origine napoletana e mamma single di due bambini autistici che, da 11 anni, lavora come operatrice socio-sanitaria a Bologna. Dopo aver letto un articolo sulla storia di Claudia Protti e Raffaella Bedetti, due mamme di Santarcangelo di Romagna che, grazie a una pagina Facebook e al blog "Parchi per tutti", sono riuscite a ottenere un parco attrezzato con giochi adatti ai loro figli disabili, ha pensato di fare qualcosa anche nella sua citta'.

"Abito nella zona Santa Viola di Bologna e qui, anche se ci sono dei parchi, mancano giochi inclusivi per i bambini con disabilita'. Cosi', ho pensato perche' non fare qualcosa per il mio quartiere? Visto che adoro andare in bici e uno dei miei sogni era raggiungere Napoli, ho iniziato a buttare giu' il progetto del viaggio con l'intento di raccogliere fondi per acquistare i giochi inclusivi". In quest'avventura, Annamaria non voleva essere sola e ha iniziato a cercare persone che potessero aiutarla a preparare ilviaggio e condividere con lei l'iniziativa. cosi' ha cercato prima in rete e poi ha chiacchierato con conoscenti e amici ma nulla sembrava farle ben sperare. grazie a un incontro causale a Napoli, ha trovato la persona giusta.

A pedalare insieme ad Annamaria ci sara' Pierre Cesaratto. Pierre ha 25 anni, e' di Udine e da diversi anni gira il mondo in sella alla sua bicicletta. Sul web ha una delle pagine Facebook piu' seguite tra gli amanti delle due ruote e quando Annamaria gli ha proposto di partecipare al progetto non ci ha pensato due volte e ha iniziato a contattare sponsor e cercare sostenitori tra i suoi 10 mila fan. "Riuscire a coinvolgere Pierre e' stato un caso - dice Annamaria - qualche mese fa mi trovavo a Napoli. Ero in edicola e stavo raccontando a un'amica il progetto e la mia preoccupazione, visto che non riuscivo a trovare nessuno che mi potesse aiutare a dargli visibilita'. Un ragazzo che era li' e che stava ascoltando mi ha detto di provare a contattare Pierre Cesaratto. Non sapevo chi fosse. Quando ho guardato la sua pagina ho capito che era la persona adatta". Nelle 7 tappe del viaggio, Pierre e Annamaria incontreranno anche altri ciclisti che si uniranno a loro per fare un pezzo di strada insieme. Prima tappa Santarcangelo di Romagna dove si incontreranno proprio con le due mamme che hanno ispirato l'iniziativa. Poi giu' lungo lo stivale passando per Ancona, San Benedetto del Tronto, Pescara, Termoli, Isernia, Caserta per finire a Napoli.

Il tour e' patrocinato dal comune di Bologna e da quello di Napoli che s'impegneranno a sostenere l'iniziativa. Nel frattempo Pierre e Annamaria continuano a ricevere messaggi di sostegno e di partecipazione in attesa di inforcare la bici e partire. "Sulla mia pagina molti mi hanno chiesto di correre con noi - dice pierre siamo contenti che ci sia chi vuole partecipare e dare una mano. non si tratta solo di correre, ma di realizzare uno scopo: regalare la possibilita' di giocare in liberta' ai bambini disabili. son sicuro che riusciremo a raggiungere la quota che ci siamo fissati e acquistare i giochi necessari".

Il link per il crowdfunding è il seguente: http://www.sponsor-me.it/sfide/23.html

VIA | RAINEWS