Tuttavia, la vera innovazione che lo differenzia dagli altri monitor per l'attività fisica è l'utilizzo di uno speciale algoritmo che, in caso di incidente e stato d'incoscienza della persona, invia una richiesta di aiuto attraverso una connessione cellulare o satellitare. L'utente può decidere chi allertare in caso di incidente, attraverso l'integrazione di SaPHIBeat con il proprio smartphone. In alternativa, la start-up mette a disposizione anche un call center che raccoglie le segnalazioni di aiuto.

Riguardo le funzioni sportive, il dispositivo consente la realizzazione di un modello 3D dell'utente creato sulla base della propria attività e che fornisce informazioni su parametri come velocità e accelerazione. SaPHIBeat sarà proposto in due versioni, una base e una definita Pro: la prima avrà un costo di 120 dollari, mentre la versione Pro, che sarà dotata di connessione satellitare, avrà una prezzo di 240 dollari.

Per utilizzare il servizio satellitare sarà necessario un abbonamento di 10 dollari al mese. Il dispositivo sarà disponibile entro la fine dell'anno in crowdfunding su IndieGoGo, mentre le prime consegne sono previste per la metà del 2016.

Giuseppe Battaglia

Ideatore, creatore e maggiore contributor del sito. Spesso le sue idee sono talmente confuse che riescono anche ad avere un senso...


prodotti in offerta


sponsor tecnici