Il Bicicletterario: apre il bando della terza edizione

l gria creatura del Co.S.Mo.S. (Comitato Spontaneo Mobilità Sostenibile) inizia il suo terzo anno di vita, e continua la sua crescita. Crescere, insieme a scrittori, pedalatori, lettori e simpatizzanti, è l'aspirazione di questo Premio, nato all'improvviso, dal nulla, nell'ottobre 2014, dalla voglia e dalla necessità di ampliare il discorso sulla bicicletta e sulla mobilità sostenibile.

Il proposito di incentivare la produzione di letteratura inedita sulla bicicletta ha trovato, in questi due anni passati, numerosissimi sostenitori, a tutti i livelli. E ha visto il formarsi di schiere di autori, debuttanti o già affermati - con tutte le sfumature intermedie - che con passione ed entusiasmo hanno condiviso i propri versi o le proprie narrazioni in prosa aventi come tema centrale la nostra amata due ruote a pedali: 232 autori per la prima edizione, oltre 400 per la seconda, che ha toccato 68 province in 18 regioni italiane, oltre a 6 paesi esteri.

Ed è così straordinariamente bello trovarsi davanti una tale mole di inediti sulla bici - tante storie ed emozioni, da e per ogni età - che non si può che volerne di più, sempre di più. La certezza è che innumerevoli situazioni sono ancora da raccontare: semplicemente, ne nascono ogni giorno.

Il giro d'Italia cicloletterario - con tappe anche fuori dei confini nazionali - ha inizio, di nuovo, accompagnato da importanti novità. A chi si avvicinasse soltanto ora a questa iniziativa, diciamo che essa coniuga l'ecosostenibilità di un mezzo di trasporto nato "perfettamente perfetto" - come ci ricorda una giovanissima partecipante alla prima edizione - e la voglia di scrivere, e di leggere; il desiderio e l'esigenza di focalizzare l'attenzione sulla possibilità di un mondo a misura d'uomo utilizzando un mezzo d'espressione artistica che, forse più di ogni altro, evoca il viaggio.

Attraverso l'espressione letteraria, si vuole parlare di bicicletta, delle sue molteplici declinazioni, dei sentimenti che suscita, dei ricordi che evoca, del futuro che può aiutarci a costruire; con le parole in bicicletta si intende premiare bambini, ragazzi e adulti (siano essi scrittori acclamati o poeti e narratori in erba) che abbiano qualcosa da dire in proposito. La partecipazione è quindi aperta a tutti, e assolutamente gratuita.

Il sostegno di importanti realtà, quali - tra le altre - il Napoli Bike Festival, la Biblioteca della Bicicletta Lucos Cozza e l'iniziativa Libri nel Giro, L'Eroica (la celeberrima ciclostorica nata nelle zone del Chianti), Visioni Corte Film Festival, oltre ad onorarci, accresce quindi, di anno in anno, l'entusiasmo.

Ci sarà tempo fino al 20 gennaio 2017 per far pervenire il proprio scritto a pedali alla segreteria del Premio (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.): le modalità e le regole di partecipazione sono contenute nel nuovo bando, liberamente scaricabile e stampabile. La raccomandazione è di leggerlo attentamente in tutte le sue parti prima di mettersi al lavoro sulla propria opera, naturalmente inedita, che dovrà essere una soltanto e per una sola sezione.

Giuseppe Battaglia

Ideatore, creatore e maggiore contributor del sito. Spesso le sue idee sono talmente confuse che riescono anche ad avere un senso...