Andamento ancora positivo nel mercato delle biciclette a pedalata assistita, durante il primo semestre del 2021

Spinta dal boom della domanda, dagli investimenti nelle infrastrutture ciclabili e dalle dichiarazioni politiche sulla transizione verso la Green Economy, l'industria della bici fa segnare il massimo storico degli ultimi vent’anni

A trent'anni di distanza dagli anni ’90, quando l’avvento del fenomeno mountain bike contribuì in modo significativo alla diffusione della bicicletta in Italia, nel 2020 il mercato nazionale delle due ruote a pedale torna a sfondare il muro dei 2 milioni di pezzi venduti

400mila bici in più dell’anno scorso, questo sta mettendo sotto pressione tutta la bike industry, compresa SCOTT Italia, che dopo 2 mesi di Lockdown, sta cercando in tempi record di accontentare la domanda

Eurobike, la fiera internazionale della bicicletta che si svolge ogni anno in Germania non offre solamente la possibilità di conoscere le nuove tendenze

Secondo i dati riportati durante Expobici, la rassegna ciclistica che, a fine settembre di ogni anno, richiama in Veneto più di 50.000 visitatori in 3 giorni, l’Italia si conferma il primo produttore di biciclette in Europa, con 2.671.200 pezzi, soprattutto di taglia piccola. Il problema è che, nonostante la produzione sia aumentata e sia cresciuta anche l'esportazione (+40%), nel 2013 il nostro Paese ha visto un calo pari al 4% nell’acquisto di biciclette.